Il vecchio Jim

Una storia di cuore, che ci racconta dell’importanza del legame con il proprio divino o Se superiore. Nella vita prima o poi si trovano dei momenti in cui camminare diventa duro o difficile. Manca un essere amato, manca la salute, ci si trova da solo… In questi momenti sentire la Presenza è cio che crea la differenza. Quando niente è sufficiente per darci pace, sollievo o forza, allora, questa storia diventa acqua di vita da bere e condividere…
Un prete passando per la sua chiesa nel bel mezzo del giorno, decise di passare e fermarsi all’altare per vedere chi veniva a pregare. Proprio in quel momento la porta posteriore si aprì ed entrò un uomo che venne lungo il corridoio. Il prete si accigliò notando che era da un po’ che l’uomo non si faceva la barba, la sua camicia era logora  ed il suo soprabito liso e consumato.  L’uomo s’inginocchiò, chinò il capo e poi si alzò e se ne andò. Nei giorni successivi, ogni giorno a mezzogiorno questo tipo veniva, s’inginocchiava per un momento, con una ciotola per il pranzo nel grembo. Bè, i sospetti del prete aumentarono, con la paura di un furto e decise di fermare l’uomo e chiedergli: “Ma che fai qui?”
Il vecchio gli disse che lavorava giù in fondo alla strada. Il suo intervallo di pranzo era di mezz’ora. E quello era il suo momento da dedicare alla preghiera in modo da ritrovare forza ed energia. “Vedi, io resto solo qualche momento perché la fabbrica dove lavoro è abbastanza lontana. Quando mi inginocchio qui e parlo col Signore, questo è il tipo di cosa che gli dico: “Io sono tornato solo per dirti, o Signore, quanto sono felice da quando abbiamo scoperto la nostra amicizia. Non ne so molto di come si prega, ma ti penso tutti giorni.  Quindi, Dio, questo è Jim che è venuto a farsi vedere.”
Il prete si è sentito sciocco e ha detto a Jim che andava bene, era benvenuto e  poteva venire quando voleva a pregare. Era ora di andare, Jim sorrise, disse “Grazie” e si avviò veloce verso la porta. Il prete si inginocchiò all’altare, non lo aveva mai fatto prima. Il suo cuore freddo si sciolse, scaldato dall’amore e si incontrò con Dio, lì. Mentre le lacrime gli scorrevano lungo il viso, in cuor suo ripetè le parole della preghiera del vecchio Jim: “Io sono tornato solo per dirti, o Signore, quanto sono felice da quando abbiamo scoperto la nostra amicizia. Non ne so molto di come si prega, ma ti penso tutti giorni.  Quindi, Dio, sono Io che sono qui a farmi vedere.”
Un giorno, passato mezzogiorno, il prete notò che il vecchio Jim non era venuto. E dopo qualche giorno che Jim non veniva, si incominciò a preoccupare. In fabbrica, quando lui andò a chiedere, gli dissero che Jim era malato. Il personale dell’ospedale (dove era ricoverato) era preoccupato, ma lui li aveva entusiasmati tutti. In quella settimana in cui era stato lì, aveva creato dei cambiamenti nella corsia dell’ospedale: il suo sorriso, e una gioia contagiosa avevano cambiato le persone. La caposala non riusciva a capire perché Jim fosse così contento, non aveva ricevuto né fiori, né una telefonata nè un biglietto e nemmeno nessuna visita.
Il prete si mise vicino al suo letto e gli espresse la preoccupazione della caposala: nessun amico era venuto a trovarlo, non aveva nessuno a cui rivolgersi. Sembrando sorpreso il vecchio Jim gli disse con un sorriso accattivante: “la caposala si sbaglia, lei non sa che tutti i giorni a mezzogiorno, Lui è qui, un mio caro amico, vedi, si siede qui, mi prende la mano, si china su di me e mi dice: 
“Sono tornato solo per dirti, Jim , quanto sono felice da quando abbiamo scoperto questa amicizia. Mi piace sempre sentirti pregare, ti penso ogni giorno, e quindi Jim, questo è Dio che è venuto a farsi vedere.”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...