Risveglio è lo Stato Naturale del Corpo

Condivido la traduzione di alcuni colloqui di U.G. Krishnamurti. E’ un raro caso di Risveglio dove “l’Io” è completamente  scomparso. Il suo corpo ha attraversato un intenso e strano processo di profondo cambiamento fisico. Lui chiama ciò che gli è successo “calamità” e lo definisce come un tornare allo “Stato Naturale” del corpo.

Molte persone nei corsi deepening India ed anche nei processi e corsi locali  stanno entrando, grazie al potere del Diksha, in stati simili e di questo tipo. 

Per sapere di più su di lui potete visitare il seguente link dove c’è la sua biografia: http://www.riflessioni.it/enciclopedia/u-g-krishnamurti.htm

Condivido la sua esperienza perché è un caso di Risveglio “profondo e irreversibile” che coincide con le descrizioni che Bhagavan fa di questo stato, quando parla del Risveglio come un fenomeno biologico. Come sapete la visione del Diksha è avviare e spingere lo stato di coscienza di  70 mila persone in questa direzione, creando un impatto e trasformazione a livello della coscienza umana. 

La trasformazione dell’individuo è la trasformazione del collettivo.

Buona lettura!

daniel




Questo stato è una condizione fisica del tuo essere. Non è un qualche tipo di mutazione psicologica. Non è uno stato d’animo in cui si può cadere un giorno, ed esserne fuori il giorno seguente. Non puoi immaginare in che misura, così come sei adesso, il pensiero pervade e interferisce con il funzionamento di ogni cellula del tuo corpo. Entrare nel tuo stato naturale farà saltare ogni cellula, ogni ghiandola, ogni nervo. Si tratta di un cambiamento chimico. Un’alchimia di qualche tipo ha luogo. Ma questo stato non ha nulla a che fare con le esperienze di droghe chimiche come l’LSD. Quelle sono esperienze, questo non lo è.  

******  

Questo stato è uno stato di non sapere, davvero non si sa cosa si sta guardando. Io guardo l’orologio sul muro per mezz’ora – ancora non leggo il tempo. Non so se si tratta di un orologio. Tutto quello che c’è dentro è meraviglia: «Che cosa è questo che sto guardando?” Non è che la domanda si ponga effettivamente come quella in parole. Tutto il mio essere è come un unico, grande punto interrogativo. È uno stato di meraviglia, stupore, perché io proprio non so che cosa sto guardando. La conoscenza su di esso – tutto quello che ho imparato – si svolge in sottofondo a meno che non ci sia una richiesta. Si è nello stato “disinseriti”. Se mi chiedi l’ora, ti dirò sono un quarto dopo le tre o quello che sia – viene rapidamente come una freccia – poi sono tornato allo stato di non sapere, di meraviglia.  

******  

Non si può mai capire la grande pace che è sempre presente dentro di te, che è il tuo stato naturale. Il tuo tentativo di creare uno stato d’animo pacifico, infatti, crea turbamento dentro di te. Si può solo parlare di pace, di creare uno stato d’animo e dire a te stesso che sei molto sereno – ma non è pace, è violenza. Quindi non vi è di alcuna utilità nel praticare la pace, non c’è nessuna ragione per praticare il silenzio. Il Silenzio Reale è esplosivo: non è lo stato d’animo morto che i ricercatori spirituali pensano. ‘Oh, io sono in pace con me stesso! C’è silenzio, un silenzio tremendo! “Ho esperienza di silenzio ‘- che non significa niente. Questo è nella sua natura vulcanico:… Ribollire tutto il tempo – l’energia, la vita – che è la sua qualità. Ti puoi chiedere come lo so. Io non lo so. La vita è consapevole di se stessa, se possiamo metterla in questo modo. – è cosciente di se stessa.  

******  

La personalità non cambia quando si entra in questo stato. Dopo tutto, sei un computer, che reagisce come è stato programmato. E ‘infatti il tuo attuale sforzo di cambiare te stesso che ti sta portando via da te e ti impedisce di operare in modo naturale. La personalità rimarrà la stessa. Non aspettarti che un uomo per liberarsi da rabbia o idiosincrasie. Non aspettatevi un qualche tipo di umiltà spirituale. Un tale uomo può essere la persona più arrogante che abbiate mai incontrato, perché lui sta toccando la vita in un luogo unico che nessun uomo prima ha toccato.

E’ per questa ragione che ogni uomo che arriva a questo stato si esprime in modo unico, in termini rilevanti per il suo tempo. E’ anche per questa ragione che, se due o più persone vivono in questo stato al tempo stesso, non potranno mai stare insieme. Essi non balleranno per le strade tenendosi per mano dicendo: ‘Siamo uomini auto-realizzati! Noi ci apparteniamo’ 





Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...